Ferragosto festa della Madonna

Ferragosto festa della Madonna

Oltre a rappresentare il cuore dell’estate, i cristiani considerano Ferragosto festa della Madonna. In questo giorno si festeggia infatti l’Assunzione al cielo della Vergine. Di che si tratta?

L’Assunzione di Maria al cielo è un dogma di fede dichiarato dal 1950. In realtà, questa credenza è da sempre diffusa e costituiva una forma di devozione molto radicata e importante, ancora molto prima del suo riconoscimento ufficiale.

Secondo la Chiesa cattolica Maria, giunta al termine della sua vita mortale, salì al cielo non solo come anima, ma anche, unica tra gli uomini e le donne, col proprio corpo. Infatti il termine Assunzione significa “portare su”.

Festa della MadonnaPromesse del Santo Rosario della Madonna
Con le Promesse del Rosario si intendono le quindici promesse che Maria Vergine avrebbe fatto in due diverse occasioni rispettivamente a San Domenico, presbitero spagnolo fondatore dell’Ordine… Leggi di più

L’Assunzione si distingue dall’elevatio animae, figura tipica dell’iconografia religiosa, che rappresenta l’ascesa al cielo dell’anima di un santo, solitamente scortata da angeli. La differenza è che Maria ascese con corpo e anima. Il Rosario celebra tra i suoi misteri l’Assunzione di Maria come quarto mistero della gloria.

Del resto, dopo che Dio l’ha fatta nascere senza peccato e l’ha scelta come madre del Suo unico Figlio, dopo che ha voluto nella Sua immensa lungimiranza e saggezza, che ella concepisse Gesù pur mantenendosi vergine e incorrotta, dopo che fu madre amorevole per il Salvatore, che cullò tra le braccia tanto da bambino, quanto morto ai piedi della Croce, è ragionevole pensare Dio avesse in serbo per lei qualcosa di speciale, anche nella morte. Maria aveva ogni ragione per essere la prima donna accolta nel Regno dei Cieli nella sua integrità.

Maria dunque, nata e vissuta senza peccato, fu la prima e la sola a godere della resurrezione della carne promessa a tutti gli uomini da Gesù. Si tratta di un dono speciale di Dio per lei, per il suo sacrificio, per la sua umiltà, per l’immenso amore portato a Suo Figlio. Il suo esempio diviene una promessa e una speranza per ogni uomo, che vede in questa anticipazione della resurrezione della carne, una consolazione e un anelito, in vista del Giudizio universale.

Scrisse San Giovanni Damasceno, dottore della Chiesa vissuto tra VII e VIII secolo: “Era conveniente che colei che nel parto aveva conservato integra la sua verginità conservasse integro da corruzione il suo corpo dopo la morte. Era conveniente che colei che aveva portato nel seno il Creatore fatto bambino abitasse nella dimora divina. Era conveniente che la Sposa di Dio entrasse nella casa celeste. Era conveniente che colei che aveva visto il proprio figlio sulla Croce, ricevendo nel corpo il dolore che le era stato risparmiato nel parto, lo contemplasse seduto alla destra del Padre. Era conveniente che la Madre di Dio possedesse ciò che le era dovuto a motivo di suo figlio e che fosse onorata da tutte le creature quale Madre e schiava di Dio.

E ancora un anonimo scrittore antico scrisse: “Cristo, nostro salvatore e Dio, donatore della vita e dell’immortalità, fu lui a restituire la vita alla Madre. Fu lui a rendere colei, che l’aveva generato, uguale a se stesso nell’incorruttibilità del corpo, e per sempre. Fu lui a risuscitarla dalla morte e ad accoglierla accanto a sé, attraverso una via che a lui solo è nota”.

L’Assunzione e la Dormizione

Ferragosto festa della Madonna, dunque. Ma solo per i cristiani? Non sono solo i cristiani cattolici a onorare l’Assunzione della Madonna. La chiesa armena, quella ortodossa e gli anglicani la festeggiano a loro volta, sempre il 15 agosto, ma armeni e ortodossi la celebrano come Dormizione (dormitio Virginis). Infatti la loro tradizione vuole che Maria sia stata accolta in Paradiso anima e corpo dopo essere caduta in un sonno profondo, senza tuttavia morire. Invece i cattolici non escludono che questo evento miracoloso sia coinciso con la sua morte. In entrambi i casi possiamo leggere nell’Assunzione di Maria al cielo un’anticipazione di quella resurrezione promessa a tutti gli uomini alla fine dei tempi. La Dormizione di Maria divenne una celebrazione riconosciuta in Oriente con decreto imperiale fin dal VI secolo. Tuttavia né per gli ortodossi né per gli armeni Dormizione e Assunzione sono dogmi.

Riguardo alla Dormizione, l’ambiguità nasce dal fatto che la parola greca κοιμησις, presente negli antichi testi ecclesiastici, significa sia “sonno”, sia “morte”. Anche il termine latino dormitio significa “sonno”, ma nei testi religiosi viene spesso usata per “morte”.

Altre chiese protestanti non condividono questo credo. Non esiste alcun riferimento nella Bibbia all’Assunzione di Maria, dunque non viene da loro riconosciuta.

Ferragosto: come si festeggia l’Assunzione di Maria?

Il 15 agosto la chiesa cristiana onora questa festa di precetto, conosciuta anche come Festa dell’Assunta, che celebra l’incorruttibilità del corpo di Maria. Consideriamo dunque Ferragosto festa della Madonna, dove la parola Ferragosto viene dal latino “feriae Augusti” e rimanda agli Augustali, feste istituite dall’imperatore Augusto per garantire il riposo ai contadini dopo la fine dei raccolti estivi.

Fu Papa Pio XII a proclamare il dogma dell’Assunzione di Maria il 1 novembre 1950, anno santo, attraverso la costituzione apostolica Munificentissimus Deus: «Pertanto, dopo avere innalzato ancora a Dio supplici istanze, e avere invocato la luce dello Spirito di Verità, a gloria di Dio onnipotente, che ha riversato in Maria vergine la sua speciale benevolenza a onore del suo Figlio, Re immortale dei secoli e vincitore del peccato e della morte, a maggior gloria della sua augusta Madre e a gioia ed esultanza di tutta la chiesa, per l’autorità di nostro Signore Gesù Cristo, dei santi apostoli Pietro e Paolo e Nostra, pronunziamo, dichiariamo e definiamo essere dogma da Dio rivelato che: l’immacolata Madre di Dio sempre vergine Maria, terminato il corso della vita terrena, fu assunta alla gloria celeste in anima e corpo. Perciò, se alcuno, che Dio non voglia, osasse negare o porre in dubbio volontariamente ciò che da Noi è stato definito, sappia che è venuto meno alla fede divina e cattolica.»

In Italia, in particolare, vengono organizzati grandi festeggiamenti in molte città e paesi. Spesso la Festa dell’Assunta viene celebrata con solenni processioni, durante le quali una statua che spesso rappresenta la Madonna addormentata viene portata attraverso le strade, per poi essere riposta in una bara d’oro al termine dei festeggiamenti. Numerose sono anche le istituzioni ecclesiastiche e gli ordini religiosi dedicati all’Assunzione di Maria. Pensiamo per esempio alla processione del santuario di Santa Maria della Grotta, nei pressi di Cosenza, dove ogni anno una donna ornata da una ‘cinta’, un telaio composto da candele, nastri e fiori, guida la processione di fedeli che cantano inni a Maria, fino alla grotta che ospita una statua considerata miracolosa, raggiungibile solo in barca, o la ‘processione della Vara‘, a Randazzo, nel siracusano, dove alla mezzanotte del 15 agosto un antico carro lungo venti metri, ricolmo di fiori, che simboleggia la Dormizione, l’Assunzione e l’Incoronazione di Maria, ospita venticinque “fanciulli” che cantano in onore della Vergine.

L’Assunzione di Maria nell’arte

L’Assunzione della Madonna ha ispirato nei secoli molti artisti illustri, che hanno tentato di cogliere il miracolo della sua ascesa al cielo in dipinti e statue. Così come l’elevatio animae di santi e sante, anche l’Assunzione ricorre nell’iconografia religiosa da sempre. Basti pensare al grandioso affresco del Correggio sopra l’altare maggiore del Duomo di Parma, che raffigura l’Assunzione della Vergine, o il dipinto L’Assunta, di Tiziano, sull’altare maggiore della basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari a Venezia.

Coroncina dell’Assunta

In occasione della festa di Ferragosto festa della Madonna si può invocare l’intercessione della Madonna recitando la Coroncina dell’Assunta, che può essere ripetuta anche come Novena, a partire dal 6 agosto, fino al 15. La Coroncina può essere accompagnata da dodici salutazioni angeliche e invocazioni che rimandano alla corona di dodici stelle, con la quale Maria fu incoronata in cielo.

Ecco le 12 salutazioni:

Sia benedetta, o Maria, l’ora nella qua­le foste invitata dal vostro Signore al cielo. Ave Maria…
II. Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale foste assunta dagli Angeli santi in cie­lo. Ave Maria…
III. Sia benedetta, o Maria, l’ora in cui tutta la corte celeste vi venne incontro. Ave Maria…
IV. Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale foste ricevuta con tanto onore in cie­lo. Ave Maria…
V. Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale sedeste alla destra del vostro Figlio in cielo. Ave Maria…
VI. Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale foste coronata con tanta gloria in cie­lo. Ave Maria…
VII. Sia benedetta, o Maria, l’ora in cui vi fu dato il titolo di Figlia, Madre e Sposa del Re del cielo. Ave Maria…
VIII. Sia benedetta, MMrria, l’ora nella quale foste riconosciuta Regina suprema di tutto il cielo. Ave Maria…
IX. Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale tutti gli Spiriti e Beati del cielo vi acclamarono. Ave Maria…
X. Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale foste costituita Avvocata nostra in cielo. Ave Maria…
XI. Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale cominciaste a intercedere per noi in cielo. Ave Maria…
XII. Sia benedetta. o Maria, l’ora nella quale vi degnerete di ricevere ni tutti in cielo. Ave Maria…

Al termine si recita:

O Dio, che volgendo lo sguardo all’umiltà della Vergine Maria l’hai innalzata alla sublime dignità di madre del tuo unico Figlio fatto uomo e oggi l’hai coronata di gloria incomparabile, fa’ che, inseriti nel mistero di salvezza, anche noi possiamo per sua intercessione giungere fino a te nella gloria del cielo. Per Cristo nostro Signore. Amen.