La Basilica di Nostra Signora di Guadalupe a Città del Messico

La Basilica di Nostra Signora di Guadalupe a Città del Messico

La Basilica di nostra signora di Guadalupe è dedicata alla Vergine di Guadalupe, la protettrice di tutti i popoli di lingua spagnola e patrona dell’America. Situata sul monte del Tepeyac presso Città del Messico, è uno dei luoghi di culto più visitati al mondo. Ma da dove nasce questa particolare e importantissima forma di devozione?

La Basilica di Nostra Signora di Guadalupe è un luogo di grande misticismo e spiritualità. Ci sarà sicuramente capitato di vedere raffigurazioni pittoriche e statue della Madonna di Guadalupe. Una Madonna con lineamenti esotici e i capelli scuri, diversa dall’iconografia tradizionale. Ma quale è la storia della Madonna di Guadalupe, detta anche Madonna messicana? Il culto della Nostra Signora di Guadalupe, o Vergine di Guadalupe, ha un’origine antica e per molti versi affascinante. Infatti è legata alle apparizioni avvenute tra il 9 e il 12 dicembre 1531 sulla collina del Tepeyac, una piccola altura non lontana di Città del Messico, dove Juan Diego Cuauhtlatoatzin, uno dei primi aztechi convertiti al cristianesimo, raccontò di aver incontrato più volte la Vergine Maria. La particolarità di queste apparizioni, mai riconosciute dalla chiesa con un decreto ufficiale, ma che tuttavia appartengono per la dottrina cattolica alla categoria delle rivelazioni private, è che la Vergine che apparve a Juan Diego aveva le fattezze di una giovane meticcia, dalla pelle scura e i capelli neri. La dimostrazione dell’aspetto particolare di questa Madonna viene dal mantello indossato dall’uomo al momento di una delle apparizioni, il cosidetto tilmàtli, o tilma. Si tratta di due teli di ayate (fibra d’agave) cuciti insieme, sui quali è rimasta miracolosamente impressa l’immagine di una giovane fanciulla dalla carnagione scura, circondata dai raggi del sole e con la luna sorretta da un angelo sotto i piedi.
Nel 2002 Papa Giovanni Paolo II proclamò santo Juan Diego e il 12 dicembre si festeggia in tutto il Messico la Madonna di Guadalupe.

La storia della Basilica della Madonna di Guadalupe

La Basilica di Nostra Signora di Guadalupe ha avuto una storia lunga e articolata. In occasione della prima apparizione, la mattina del 9 dicembre 1531, la Madonna aveva chiesto a Juan Diego di far erigere un tempio in suo onore ai piedi della collina. Nonostante lo scetticismo iniziale, di fronte alla tilma miracolosa il vescovo credette alle parole dell’uomo. Fu così che nel luogo indicato da Juan Diego come quello che la Madonna gli aveva indicato venne eretta una cappella, dove fu custodita la tilma. Nel 1557 un’altra cappella più grande prese il posto di questo primo tempio, e nel 1622 venne costruito un santuario consacrato.

madonna di guadalupe
Le apparizioni della Madonna di Guadalupe

Nel 1976 venne inaugurata la Basilica di Nostra Signora di Guadalupe, uno dei luoghi di culto più importanti del mondo cattolico. In realtà la Nuova Basilica di Santa Maria di Guadalupe non è una semplice basilica, ma un complesso religioso molto più vasto, un vero e proprio santuario composto da diversi luoghi di culto. Quando ci si arriva il colpo d’occhio è davvero spettacolare. Sul grande piazzale dominano le due basiliche, quella nuova, ovvero la Basilica di Santa Maria di Guadalupe, e quella vecchia, il Tempio espiatorio a Cristo Re. Lo spettacolo è grandioso e ricco di misticismo.
Il Santuario è il luogo di culto più importante del Messico e di tutta l’America Latina e il più visitato al mondo, dato che ogni anno accoglie circa 20 milioni di pellegrini.

Basilica di Guadalupe

La Basilica di Santa Maria di Guadalupe

La Basilica di Santa Maria di Guadalupe è il principale tempio del santuario e solo una parte della Basilica di Nostra Signora di Guadalupe. Di aspetto molto moderno, sorge proprio nel luogo in cui sorgeva la precedente cappella, che stava sprofondando nel terreno. Inaugurata il 12 ottobre 1976 è stata elevata alla dignità di Basilica minore per volontà di Papa Paolo VI.

Tempio espiatorio a Cristo Re

Si tratta dell’antica Basilica costruita nel XVII secolo, che nel 1749 ricevette il titolo di collegiata. Con collegiata si intende una chiesa in cui è stato istituito un capitolo o collegio di chierici definiti canonici, ai quali viene affidato il culto con modalità particolarmente solenni. Elevata al rango di basilica nel 1904, dagli anni ’70 del XX secolo è coinvolta in un’imponente opera di recupero e restauro, nel tentativo di salvarla dal collasso.

Tempio del Pocito

statua di guadalupe
Su Holyart Statue della Madonna di Guadalupe

Il Tempio del Pocito è una chiesa ubicata vicino al monte Tepeyac. Venne costruita nel 1791 per regolare l’afflusso dei pellegrini richiamati da un pozzo, situato sul monte delle apparizioni, le cui acque avevano fama di possedere qualità miracolose. Purtroppo l’accalcarsi di molti malati che si lavavano nelle acque curative ebbe come effetto la rapida propagazione di terribili epidemie. Per questo venne eretto prima un tempietto, poi una chiesa in stile barocco. Il rivoluzionario José María Morelos y Pavón ottenne di poter andare a pregare in questo luogo santo nel 1815, prima di venir giustiziato. Il Tempio del Pocito ospita un ciclo di pregevoli affreschi dedicati ai Miracoli della Vergine realizzati dal pittore Fernando Leal tra il 1945 e il 1950.

Parrocchia delle cappuccine

Piccola chiesa sul lato orientale dell’Antica Basilica. Progettata dall’architetto Ignacio Costera venne costruita nel 1887. Si tratta dell’ex convento e parrocchia di Santa Maria di Guadalupe delle cappuccine.

Come arrivare alla Basilica di Nostra Signora di Guadalupe

La distanza tra Città del Messico e Basilica di Nostra Signora di Guadalupe è 6 km. Ci sono vari modi per raggiungere la Basilica di Nostra Signora di Guadalupe partendo da Città del Messico: con la Linea 4 della metro, probabilmente il mezzo più economico, che impiega 35 minuti; con l’Autobus notturno linea 11, che parte da Avenida Paseo De La Reforma – Metro Hidalgo e arriva a Cantera La Villa in circa 20 minuti; il taxi, con cui si può raggiungere la Basilica in una decina di minuti. Molti scelgono di arrivarci anche a piedi.